Tel. 0238003290

parroco@santilariomilano.it

SAN LUIGI BOVISA Vs. SANT’ILARIO 3-6

Prime della classe in scena in quel della Bovisa. I tigrotti della San Luigi vogliono concludere il loro torneo con una bella vittoria davanti ai loro tifosi, ma soprattutto sono più che determinati a rompere l’imbattibilità dei nostri leoncini, assolutamente non intenzionati a guardare il futuro in quest’ottica.
Sotto un sole cocente e su un campo quantomeno da rivedere, l’arbitro può dare il via alla partita. Una partita, come si direbbe, non adatta ai deboli di cuore, che lascia spazio solo alle forti emozioni e non regala un attimo di respiro né ai giocatori in campo, costretti ad andare sempre a cento all’ora, né all’allenatore, oggi impegnato più che mai a tener sempre viva la guardia dei suoi.
Ma riordiniamo le idee. Il primo tempo si infiamma subito: basta pochissimo per capire l’aria che tira. Gli avversari si gettano in attacco costringendo i nostri under a rinchiudersi nella propria metà campo (avrebbe reso meglio l’idea dire: “nella propria area”, ma non essendoci quest’ultima…) e non tardano ad andare in vantaggio. La reazione non arriva. In un clima di totale spaesamento e desolazione da parte dei nostri arrivano anche i gol che confermano la superiorità avversaria. Il primo tempo termina così su un nettissimo 3-0. Insomma, tutta la compagine biancorossa e proprio seguito si trovano di fronte ad una realtà della quale probabilmente non ci si è mai abituati fino ad ora. A qualcuno sembrerà anche strano, ma di fatto in campo non c’è, non c’è mai sata e mai ci sarà solo la nostra squadra: ne consegue che, anche per le più svariate ragioni, puo’ capitare di giocare male e subire le iniziative avversarie. All’intervallo quindi non serve altro che rimboccarsi le maniche, lavarsi via dalla faccia musi lunghi, rientrare in campo e giocare come se non fosse successo niente. Perchè in effetti non è successo niente di così clamoroso, grave o surreale. FOTO...
Nel secondo tempo si torna in campo: il gioco non migliora, ma la voglia di portare il risultato in parità fa passare tutto il resto in secondo piano. Inizia la cavalcata. Da 3-0 a 3-4. Gli avversari, colpiti nel morale, sembrano alzare bandiera bianca, lasciando più spazio ai nostri leoncini, rinunciando al pressing asfissiante del primo tempo e cercando più che altro di limitare i danni. Il terzo tempo è quello del definitivo ko. Altri due gol fissano il risultato sul 3-6, esito un po’ troppo pesante per i padroni di casa. Al termine della gara sul volto dei nostri leoncini torna finalmente il sorriso che puntualmente come di consueto a fine gara si sporca di nutella, marmellata o chi per loro. I giocatori di entrambe le squadre tra una risata e l’altra si scambiano le proprie opinioni sulla gara e sulla merenda gentilmente offertaci dagli avversari. La brutta prestazione è già alle spalle.
Della prova di oggi non resta molto da salvare. I nostri leoncini oggi sono sembrati fuori forma, non in giornata e in più si sono trovati ad affrontare una squadra di tigrotti inferociti che hanno reso il tutto molto più complicato. Onore ai vinti dunque, perchè se lo meritano. Detto questo i nostri under portano a casa la tredicesima vittoria in tredici partite e la marcia continua…
——————————————————————————
Vi segnaliamo il blog del San Luigi Bovisa dove si potranno leggere le divertenti vicende pre e post partita scritte dalla mano malandrina di tal Gaetano Pappuini… Chi è costui? Lo saprete collegandovi qui.