Tel. 0238003290

parroco@santilariomilano.it

S.ILARIO Vs. NORD OVEST  3-4


Terza giornata del girone di ritorno del Campionato Invernale, girone A: Sant’Ilario – Nord Ovest.

Pomeriggio quasi primaverile con qualche raffica di vento e temperatura vicino ai 10 gradi. Terreno di gioco: il solito. Numero di spettatori paganti: zero. Padroni di casa in completo biancorosso; ospiti blu elettrico con pantaloncini e calzettoni bianchi.

Primo tempo: formazione: Ale – Alby Vasco(C) – Adri Andre Francy – Nico. A disposizione: Tommy, Dany, Pietro, Riccardino, Marco. Assenti: Ricky, Alessio. Non convocati: Gabriele.

Risultato parziale a termine del tempo: 2-0 (Adri; Nico(r)). Squadra ordinata che chiude gli spazi e quando può si fa pericolosa sprecando alcune occasioni da gol. Avversari bravi ad attaccare, meno a difendere.

Secondo tempo: formazione: Tommy – Pietro Dany – Marco Vasco(C) Riccardino – Francy.

Risultato parziale a termine del tempo: 2-3. Squadra poco ordinata e raramente pericolosa in zona gol. Avversari pronti a sfruttare le proprie occasioni.

Terzo tempo: formazione: Ale – Pietro Vasco(C) – Adri Andre Marco – Nico poi modificata come secondo regolamento.

Risultato finale: 3-4 (Marco). Squadra per gran parte del tempo confusionaria. Avversari quasi mai in difficoltà, che ringraziano e vanno avanti.

Partita emozionante e godibile.

Grinta, agonismo e simili: condizioni a volte necessarie ma mai sufficienti.

Lo sport è carinissimo fuori dal tribunale, solo che a volte è troppo simile alla politica. Questo è o un peccato o una colpa. La teoria del cavallo sembra una cosa seria. Lo è. Invece quel pittore cosa vuole dimostrare con quella villa e quei suoi servi non lo so. So solo che di qualsiasi cosa si tratti funziona, perchè quel granchio in effetti è un gran bel granchio. Quando si sogna stare attenti che non si invadano i sogni degli altri, ma se proprio bisogna farlo non sognare in tedesco renderebbe la cosa più interessante a chi il tedesco non lo conosce, non lo capisce o semplicemente non ha voglia di impararlo. E non dire che non sogni, piuttosto che non ci fai caso.

Passo e chiudo.