Tel. 0238003290

parroco@santilariomilano.it

 S.ILARIO  Vs.  TRECELLA

Dopo la pausa forzata del Campionato Primaverile e prima di riprenderlo, i nostri leoncini nella serata di Venerdì si concedono un’amichevole di lusso, in vista della difficile partita di due giorni dopo. Gli ospiti di turno sono i pari età del Trecella, allenati dall’ex pilastro della panchina del nostro Gruppo Sportivo, ovvero il più longevo che la nostra società abbia mai conosciuto. Non intimiditi da tale situazione, i nostri leoncini scendono in campo senza timori reverenziali e senza guardare in faccia nessuno. Nonostante tutto l’eccitazione è tanta e si fa risentire negli spogliatoi, durante il gioco e soprattutto dopo. La concentrazione viene un po’ messa da parte. La prima assenza negli ultimi due anni di Francesco viene in qualche modo ripagata dal rientro in campo dopo l’infortunio da parte di Daniele. Al termine delle foto di rito, basta alzare lo sguardo al cielo per capire che sarebbe il caso di cominciare. Pronti, si parte. E sono subito emozioni. I gol di Nico aprono la partita, ma gli avversari, svantaggiati forse da qualche regola per loro non abituale, rispondono bene. In più di un occasione non riescono a sfruttare il contropiede, più di una volta anche in tre contro uno. In tutto l’arco dei tre tempi i nostri leoncini faticano a tenere le posizioni. Ciò crea un po’ di disordine, sfavorisce l’impostazione e soprattutto concede agli avversari qualche occasione di troppo. Questi riescono a riaprire l’incontro, ma la supremazia tecnica dei nostri singoli prevale. Il gol di Adriano, uno dei tanti, è da incorniciare: esterno al volo sul palo opposto, uno spettacolo. Riccardino Barri, nonostante i vari vagabondaggi per il campo, quando prende palla sulla sinistra è sempre pericoloso tirando e regalando assist. Quindi buona prestazione per tutti i singoli, meno a livello di squadra. Insomma, siamo abituati a ben altro. Poche azioni e solo qualche buona idea. Probabilmente, come spesso ci capita, ciò è dovuto in parte anche agli avversari, più volte disordinati. E’ stata comunque una serata divertente ed emozionante, se non altro per il finale, che ha visto banchettare allo stesso tavolo vincitori e vinti. In realtà è qui che tutti hanno dato del loro meglio. Hanno messo in luce tutte le proprie doti culinarie, se così si può dire. Per la buona riuscita dell’evento si ringraziano soprattutto tutti coloro che si sono resi disponibili ad aiutarci, allestendo, riordinando e ripulendo il tutto. Si ringraziano tutti i tifosi accorsi sugli spalti, che hanno vivacizzato un po’ il clima. Si ringrazia la squadra ospite, che si è resa disponibile a venire a giocare sul nostro campo, nonostante il giorno, l’orario e soprattutto la distanza. Si ringrazia il tempo, probabilmente quello che ha reso veramente possibile questa festa, perchè ha permesso che tutto andasse per il verso giusto. E così è stato.

Matteo