Tel. 0238003290

parroco@santilariomilano.it

DIAVOLI ROSSI  Vs.  S.ILARIO    2-3

Un’altra ottima prestazione, sicuramente una delle migliori e più positive, condita comunque da qualche svarione difensivo e da qualche errore di misura di troppo, ci regala l’ennesima vittoria stagionale. Una vittoria strameritata e meritatamente arrivata come è arrivata, perchè ci fa gioire il doppio, il triplo di quanto avremmo gioito se questa fosse arrivata diversamente. Vince la squadra più forte, la squadra non solo che gioca meglio, ma che gioca proprio bene. Vince la squadra che non ha mai bisogno di ricorrere né alla proprio fortuna né alla sfortuna avversaria. Vince la squadra che non ha paura di usare le proprie qualità. A volte si sbaglia uno stop, altre volte si segna di tacco. A volte si sbaglia un cross, altre volte ne si scarta due in un colpo solo. Ancora a ranghi ridotti, causa le pesanti assenze di ben due difensori (Pietro e Daniele) e di Adriano, i nostri leoncini continuano così ad inanellare successi sotto ogni punto di vista. Uno strano primo tempo porta la gara sul 2 a 0 per i Diavoli Rossi, che sfruttano prima un disordinato tentativo di anticipo del nostro difensore, mandando la punta sola davanti ad Ale, poi un rinvio corto dopo un calcio di punizione dal limite, invitando ad un gol comodissimo. Nonostante le ripetute buone azioni i nostri leoncini non riescono ad essere molto pericolosi a causa dei suddetti errori di misura: trattasi di cross sbilenchi o passaggi in profondità imprecisi, anche se molti di soli pochi centimetri. L’idea comunque c’è e non è semplicemente buona ma molto di più. Nel secondo tempo la storia non cambia. I leoncini attaccano e i Diavoli Rossi provano qualche ripartenza. Serpeggia ancora un po’ di imprecisione nei passaggi, la fase difensiva migliora, anche se più per il fatto che giochiamo solo noi che altro. Su un tiro-cross di Alessio, oggi il migliore in questa fase, arriva il gol che riapre la partita. E’ nel terzo tempo che viene decisamente fuori tutto il carattere degli Under 10. Sotto di un gol, a soli 15 minuti dalla fine, nessuno si scompone. Si prova sempre a far partire l’azione. Spesso si creano grandi azioni che ci portano più volte vicino alla porta avversaria. Nonostante ciò facciamo fatica a finalizzare. Gli avversari spariscono sempre un po’ di più. Spariscono del tutto dopo il gol del pareggio di Vasco. 2-2. E ancora di più emerge il carattere dei leoncini. A un paio di minuti dal termine l’atteggiamento è sempre lo stesso. Ale non rinuncia a far partire l’azione. I centrocampisti con la palla tra i piedi provano sempre a fare la cosa migliore. Nessuno si perde in deliranti tentativi di lancio, di tiro da lontano o di azioni solitarie ai quali qualcuno potrebbe inneggiare o si potrebbe pensare a questo punto della partita. Proprio questo atteggiamento, a pochi secondi dal termine, fa sì che Ricky (o Vasco? il concetto comunque non cambia) prenda palla nel cerchio di centrocampo, aspetti la sovrapposizione di Alessio e faccia il giusto passaggio in profondità. Fa sì che Alessio controlli la palla e tenti il cross. Fa sì che si guadagni un calcio d’angolo. Alessio si incarica della battuta. Alberto lascia il campo per Tommaso, fresco di tripletta, che raggiunge tutti i suoi compagni nei pressi dell’area per l’assedio finale. Solo Alessandro rimane dietro. Non c’è più niente da difendere. La grande prestazione ormai è arrivata. Vada come deve andare. Tra il cross di Alessio e il gol di Marco di tacco in girata (stile Ibrahimovic di Italia-Svezia ad Euro2004) accadono un po’ di cose: un tiro di Vasco, forse uno di Nico. Il 2-3 praticamente allo scadere ci fa gioire, non tanto per la vittoria, ma per l’ennesima conferma: quando si gioca bene spesso si vince. Complimenti a tutti i leoncini che hanno saputo ribaltare il risultato e hanno avuto la calma, la giusta pazienza per farlo, cosa, soprattutto questa, che solo in pochi sanno avere nel momento in cui serve. Dal portiere alla punta, hanno tutti insieme ridimostrato di essere una grande squadra. Bravi.

Matteo