Tel. 0238003290

parroco@santilariomilano.it

LA TRACCIA – S.ILARIO  1-0

Il nostro buon Remo direbbe: “Accipicchia! quando non gira non gira!”.

In realtà oggi la squadra dei nostri piccolotti, diretti dal nostro esperto e flemmatico Gaetano, ha girato benissimo, ha “fatto” la partita, ha avuto diverse nitidissime palle gol, ha subito quasi nulla e… ha perso 1 a 0…
Diciamo pure che ci è rimasto moooolto amaro in bocca, soprattutto dopo aver constatato che i nostri avversari non avevano un alto grado di sportività. Un gol fatto approfittando di una gentilezza resa dal nostro mister non è proprio un bell’esempio per i nostri piccolotti. E anche la flemma di Gaetano, a fine partita, è venuta un pò meno, portando una garbata rimostranza all’arbitro “casalingo”.
Comunque, e parlo da genitore, i miglioramenti di questi bimbi ed il lavoro del mister sono evidenti e molto incoraggianti e non dubito del fatto che tutti gli avversari incontrati fino a ora, troveranno pane per i loro denti nelle partite di ritorno…

Forza Under 10! Forza S.Ilario!

Gabriele Graziano  


SE NON GIRA NON GIRA…. ANNO II°

Eh si, sembra di essere ritornato alla passata stagione quando seguivo i ragazzi della squadra under 12 dove questo intercalare, questo tormentone – se non gira non gira – ci ha seguito per molte gare, un po’ per sfortuna un po’ per nostre disattenzioni. Tralasciando il colore della maglia a cui davo la colpa di quella poca fortuna avuta nelle ultime gare, constatato che nonostante il cambio di colore della divisa nell’ultima gara e constatato che non fosse la mia nefasta presenza, hai visto mai, per impegni non mi è stato possibile seguire i nostri ragazzi.

A parte tutti gli scherzi, da quanto mi è stato riferito, alla sfortuna ha contribuito sicuramente la scarsa o forse nulla sportività della dirigenza della squadra avversaria nella veste del direttore di gara, a cui si richiede sempre un comportamento che sia da esempio per tutti i ragazzi, ma spesso capita che in campionati il cui scopo non è solo far divertire i bambini e anche educarli, sembrerebbe che alcune volte si giochi solo per il raggiungimento del risultato sportivo a discapito di quello educativo, certamente a tutti piace vincere, ma la sportività dovrebbe essere il primo obbiettivo in queste categorie, ma… forse sono un uomo di un altro tempo di altre priorità di altre vedute.

Comunque sia andata, so che i nostri ragazzi si sono comportati molto bene, che ad ogni gara ci sono piccoli miglioramenti nel gioco e sono sicuro daranno i risultati sperati nel prossimo futuro, sperando che non sia troppo lontano.

Bravi ragazzi, bravo mister Gaetano, forza Sant’Ilario!

Ciao. REMO