Tel. 0238003290

parroco@santilariomilano.it

S.ILARIO – S.GIUSTINO    8 – 2

Posticipo di campionato tra S. Ilario e S. Giustino. Si gioca in casa alle 19:00 al posto degli allenamenti, i Leoni sono carichi nonostante la sconfitta subìta nell’ultima partita con Madonna del Castagno, manca il Mister Filippo e al suo posto subentra Enrico coadiuvato da una vecchia conoscenza dei ragazzi, Remo, ci arbitra Massimo Mingardi che ha fama di essere troppo imparziale con le squadre della S. Ilario.
Inizia la partita e subito i Leoni spingono per segnare, infatti dopo soli tre minuti siamo già sul 2 – 0 per noi. Si susseguono le azioni e i Leoni continuano ad attaccare senza dare un attimo di respiro agli avversari mentre andiamo sul 4 – 0 alla fine del primo tempo.
Il mister Enrico fa i cambi necessari per far riprendere fiato ai ragazzi che hanno corso di più, gli avversari fanno un cambio cruciale, il portiere entra al posto di un giocatore e diventa l’incubo della nostra difesa, infatti su azione confusa in area il S. Giustino segna il suo primo goal, i nostri Leoni però non demordono e continuano ad attaccare segnando la nostra 5° rete, però si comincia a vedere un po’ di stanchezza in Gabi, determinante sino ad ora e allora il Mister lo tira fuori per farlo riposare. Finisce così il secondo tempo sul risultato di 6 – 1 per i Leoni.
Il fatidico terzo tempo inizia e si fatica un po’ ad impostare l’azione ed è ancora il S.Giustino ad accorciare le distanze, sempre su azione confusa in area. A quel punto i Leoni si svegliano e riprendono a macinare gioco segnando il 7° goal, poi viene annullato per fallo un bellissimo goal di testa di Beye su rimessa laterale di Gabi ma i ragazzi non si scoraggiano e su una bella azione sulla fascia sinistra, partendo dalla difesa, Ale Ghelfi arriva vicino all’area scartando due avversari e facendo partire un tiro micidiale e imparabile, segnando il definitivo 8 – 2. Verso la fine del terzo tempo non ci viene concesso un rigore per fallo di mano di un difensore del S.Giustino ma va bene così .

I leoni sono soddisfatti e anche tutti noi, siamo veramente contenti per come hanno giocato i ragazzi, si sono visti scambi uno-due, cross, dribbling e il merito va tutto al Mister Filippo e ad Enrico che stanno facendo un ottimo lavoro. Se l’anno prossimo ci saranno tutti i ragazzi potremo dire la nostra nel campionato invernale .
N.B. : il Mister Filippo quando ha ricevuto l’sms del risultato ha commentato : “GRANDISSIMI!!!”
Viva la S. Ilario, forza Leoni e Leoncini!!!

La Pagella di Attila  

Andrea : 8 ; Incolpevole sui due goal subiti, del resto fa il suo dovere e lo fa senza errori.
Ale Ghelfi : 9 ; Sta migliorando a vista d’occhio sia in difesa che nell’impostare il gioco e non disdegna anche di segnare 2 goal .
Marco : 7 ; Ancora qualche indecisione sui contrasti, può migliorare.
Capa : 7 ; Manca ancora poco per diventare un buon difensore.
Moa : 7 ; Oggi un po’ sottotono , non ingrana come al solito .
Beye : 8 ; Oggi c’era e la squadra ne ha tratto beneficio, segna un goal di testa e sbaglia goal facili tenendo troppo la palla tra i piedi (sembrava Filippo ), insostituibile comunque.
Olmo : 7 ½ ; A centrocampo fa da perno alle azioni ma ancora gli manca il goal, non riesce a giocare serenamente come negli
allenamenti .
Gabi : 9 ½ ; Una sola definizione: IMMENSO. E’ dappertutto, non molla mai e segna con due missili terra aria imprendibili e se il portiere tenta di prenderla gli piega le mani. Anche lui insostituibile.
Sibillino : 8 ; Finalmente si toglie di dosso la maledizione di non segnare mai, segna addirittura due reti bellissime, grazie agli allenamenti speciali di papà Sibillino? Mah, chi lo sa…
Christian : 6 ; Entra nel secondo tempo al posto di Sibillino ma, a circa la metà del tempo, riceve una pallonata nello stomaco ed è costretto ad uscire, rientra nel terzo tempo giocando un po’ sottotono, non deve aver paura a tirare fuori gli artigli come in allenamento.
Filippo Oli : 7 ; Gioca un tempo e mezzo, un pò meno del solito, fa da assist man e prova un paio di conclusioni , gli manca solo il goal.

Attilio