Tel. 0238003290

parroco@santilariomilano.it

S.PIETRO RHO – S.ILARIO 2-2

24 febbraio 2015
Dal Vs. inviato.
Dopo la siccità arriva l’abbondanza. Neanche 2 giorni dopo la partita col S.Adele siamo di nuovo in campo in quel di Rho. Campo grande in terra/fango simile a quello trovato nella dolce Abbiategrasso lo scorso dicembre, chissà che sia di buon auspicio.

A dir la verità la paura di un’altra prestazione incolore dopo la partitaccia col S. Adele è alta, visto che i ragazzi non hanno potuto neanche effettuare nel mezzo un solo allenamento.
Fortunatamente bastano pochi minuti di gioco per rincuorare gli animi, i ragazzi ci danno dentro ed è tutta un’altra partita rispetto a domenica, stasera i ragazzi giocano a CALCIO. Rientrano Olmo, Cristian e Stefano a dar manforte ai soliti noti.
Si diceva, l’inizio è incoraggiante, i ragazzi si cercano, tentano di dialogare ed imbastire azioni di buon livello e pure ci riescono. Unica pecca, siamo un po’ troppo lunghi (forse perché poco abituati a queste dimensioni) costringendo un po’ tutti a rincorse esagerate, centrocampisti in particolare. In ogni caso ben presto prendiamo il soppravvento in mezzo al campo e ci presentiamo pericolosi al limite dell’area avversaria, qui tuttavia qualche errore di troppo nella misura dell’ultimo passaggio e la coriacea difesa del S.Pietro ci impedisce di avere nitide occasioni da gol. Ci proviamo allora da fuori area prima con Ale e poi con un destro del capitano, ma la mira e sballata di poco.
In difesa controlliamo con sicurezza ma su un veloce ribaltamento di fronte Andrea ci deve mettere una pezza con una parata di piede che salva il risultato. Non facciamo una piega e continuiamo a macinare gioco, fino a che Gabri trova il corridoio giusto sul mezzo sinistro sfuttando un buon movimento senza palla di Filippo, entra di prepotenza in area e poi piazza con il piatto in diagonale sul secondo palo. 1 a 0 per noi e i sorrisi in campo e in tribuna per aver ritrovato in sole 48 ore la squadra si sprecano. A questo punto insistiamo con decisione ci provano prima Olmo dal limite (rimpallato), poi Beyene con un forte diagonale da destra che esce di poco ma non passiamo.
Entra Jacopo e ci delizia a centrocampo con un paio di finezze sorprendenti.
L’occasione migliore l’abbiamo sul finire del tempo ma Beyene sbaglia la misura nel servire Filippo solo al limite dell’area avversaria. Peccato.
Mentre stiamo producendo il massimo sforzo per raddoppiare l’arbitro manda tutti a bere un tè caldo 5 minuti prima del previsto.
Poco male, quando si riprende sembra che rispetto al primo tempo non sia cambiata una virgola.
Su una percussione di Olmo un metro dentro l’area un difensore avversario rimpalla involontariamente ma a mani aperte, invochiamo inutilmente il rigore e in un amen ci becchiamo un contropiede che Mo e Andrea non riescono a fermare. 1 a1 e ci rimaniamo di sasso. In dieci secondi siamo passati da un probabile 2 a 0 ad un deludente 1 a 1.
Qui sbandiamo un po’, i nostri avversari si gasano e raddoppiano gli sforzi e noi probabilmente incominciamo ad andare un po’ in debito di ossigeno. Sta di fatto che la partita cambia volto. Adesso si soffre, in attacco non riusciamo più a manovrare ma attacchiamo solo con palle lunghe e rimesse a lunga gittata di Gabri per delle improbabili incornate di Beyene ben controllato. I nostri avversari ci mettono in difficoltà con un paio di attaccanti piccoli ma guizzanti. E quando Beyene perde malamente una palla a metà campo siamo infilzati una seconda volta con un gol fotocopia del primo. Entrano forze fresche per ridare vigore alla squadra sotto nel punteggio e poco a poco, pur senza brillantezza ma con molta voglia e tenacia, stringiamo nella propria metà campo il S.Pietro. Inizia una serie infinita di rimesse e calci d’angolo ma di testa stasera non riusciamo proprio a prenderla. Siamo pericolosi solo in un paio di mischie con Cristian che arriva per un pelo in ritardo per l’ultimo tocco. In un paio di contropiedi siamo graziati dai nostri avversari e forse i pericoli scampati ci danno la forza per l’ultimo arrembaggio. Altra serie infinita di rimesse e corner con la palla sempre respinta fuori area dalla testa dei difensori. Sull’ultima di queste respinte, qualche metro fuori dall‘area, un Capitano indomito come non mai si avventa sul pallone vagante per scaricare di rabbia un sinistro prodigioso che trova proprio l’angolino sinistro al di fuori della portata del portiere. Pari e patta ed alla fine giusto così. A dire la verità c’è ancora il tempo di provare qualche brivido con Andrea che deve deviare in corner un tiro da metà campo indirizzato giusto giusto sotto la traversa ed un successivo corner in cui lasciamo colpevolmente solo un uomo a pochi metri dalla nostra porta che per un niente non ci castiga.

Finiamo con un altro pareggio che sa del classico bicchiere mezzo pieno e mezzo vuoto.
Mezzo vuoto perché il calo del secondo tempo è stato indubbiamente evidente e perché la splendida forma del periodo novembre/dicembre 2014 non è stata, tra un allenamento perso e l’altro, più ritrovata. Mezzo pieno perché la brutta partita col S.Adele è stata sicuramente superata e la squadra ha dimostrato carattere e grinta riacciuffando per i capelli una partita che a un certo punto sembrava persa.
Adesso si tratta di stringere ulteriormente i denti e raddoppiare gli sforzi per continuare la serie di partite positive in campionato anche nelle ultime 3 difficilissime partite finali a cominciare da quella di sabato prossimo a Pero contro l’Oratorio Gibi che ci aspetta con il dente avvelenato per la partita di andata.

Forza Leoni raddoppiate gli sforzi e vedrete che altre belle soddisfazioni arriveranno!

Dall’Oratorio S.Pietro in Rho, Claudio Cecere

LA PAGELLA DI ATTILA   

ANDREA: 7: A due giorni dalla brutta prestazione col S.Adele si riscatta facendo una buona prestazione .

ALE: 8: Finalmente si rivede il difensore che eravamo abituati a vedere. Unico rimprovero: dovrebbe essere più propositivo in attacco col tiro forte e teso che è una sua caratteristica, potrebbe segnare gol preziosi per la squadra.

MOA: 6 ½ : Riscatta in parte la brutta prestazione della scorsa partita, rimangono ancora alcune lacune: velocità e tempi di intervento.

TEO: 6: Viene messo a centrocampo per dare fiato a Olmo, svolge bene il suo compito facendo assist preziosi ai suoi compagni.

OLMO: 7: Si è sentita la sua mancanza la scorsa partita, uomo d’ordine a centrocampo, se osasse un po’ di più in attacco sarebbe perfetto.

JACOPO: 6 ½: Esaltato dal gol segnato nella partita col S.Adele fà giocate di pregevole fattura ma non ha ancora la giusta condizione fisica per esprimersi al meglio delle sue capacità.

BEYE: 7 ½: Anche oggi fà una prestazione ottima, gli manca solo il gol ma su un campo così grande (il doppio del nostro) e pesante per la pioggia (in terra/fango) anche lui verso la fine era in debito di ossigeno.

GABY: 7 ½ : Finalmente si comincia a rivedere IL CAPITANO. Naturalmente non ancora al 100%, segna due gol come al suo solito, di sinistro potente nell’angolino, ma si vede che non c’è la forma migliore, sbaglia troppi tiri per la fretta, più volte il Mister lo riprende dicendogli di stare calmo, stoppare la palla, ragionare e giocarla. Anche lui verso la fine partita in debito di ossigeno.

FILIPPO: 6: Oggi riesce a rosicare la sufficienza, ma è l’unico che non ha fatto grossi miglioramenti da domenica scorsa.

CHRISTIAN: 6: La sufficienza è per spronarlo a fare meglio, rientra dopo una settimana di influenza senza allenamenti nelle gambe, gioca meno del solito ma è sempre il nostro folletto malefico, anche se un po’ appannato.

STEFANO: 6: Anche lui come Chris rientra dopo due settimane di malattia, gioca pochi minuti per far rifiatare Beye, svolge bene questo compito affidatogli dal Mister.

MISTER FILIPPO: 8: Oggi la squadra gira meglio, viene penalizzata dal campo e dall’arbitro, con il rientro di Olmo rimette in assetto la squadra e infatti si vede subito che è tutta un’altra musica, ma l’arbitro ci mette lo zampino, finendo 5 minuti prima il primo tempo e non concedendoci un rigore netto che sul prosieguo dell’azione, con un contropiede il S.Pietro segna il suo primo gol.

MANUEL: 8: Insostituibile.

ATTILIO : 7: Incita i ragazzi, li sprona fino alla fine sperando in una vittoria, peccato, un altro pareggio, speriamo in sabato contro l’Oratorio GiBi.

ARBITRO: 5: Troppo casalingo … oppure miope…