Tel. 0238003290

parroco@santilariomilano.it

UNDER 14: OSPG – S.ILARIO 5 – 2

5 Marzo 2015
Dal Vs. inviato.
Ci siamo dunque, ultimi 2 match di recupero proprio con le prime 2 in classifica, le uniche ad averci battuto in tutto il campionato.
Stasera si gioca a Baggio contro l‘OSPG in cerca della matematica certezza del 1° posto, mentre noi per sperare ancora in un 2° posto e, causa un paio di pareggi di troppo, dobbiamo compiere il miracolo di vincere sia qui che domenica prossima in casa con la Nabor.
Si comincia alle 19.30 in punto in una serata fredda, con improvvise raffiche di vento e sotto lo sguardo vigile del commissario di gara del CSI per monitorare il regolare svolgimento della partita.
I leoni sono consci della difficoltà della gara, ma anche consapevoli del fatto di non aver nulla da perdere. Iniziano la partita con decisione, pronti a rispondere colpo su colpo ai capoclassifica che dimostrano subito una maggiore reattività ed una stazza fisica superiore.
Il mister nel primo tempo prova Beyene centravanti per tentare di scardinare l’arcigna difesa avversaria. A dire la verità Beyene rispetto al solito sembra un po’ spaesato ed entra meno nel vivo del gioco ma il centrocampo regge benissimo lo stesso. Olmo e Jacopo si danno da fare e Gabry è impegnato in un difficilissimo scontro contro il n° 10 avversario decisamente un gran giocatore.
I primi minuti sono di studio, nessuna delle 2 squadre prende il sopravvento, ed anche i leoni in difesa non concedono nulla. Visto che la partita è giocabile, prendiamo fiducia ed iniziamo a spingere. Siamo proprio noi ad avere la prima palla-gol. Rilancio dalla difesa e Olmo, conquistata palla appena entro l‘area sul settore di destra, si presenta solo davanti al portiere, il tiro però e centrale e viene respinto. Peccato era proprio una ghiotta occasione.
È comunque il nostro momento migliore, incominciamo a pressare e a cercare Beyene in profondità. Un paio di suoi colpi di testa sono parati facilmente ma costringiamo la difesa avversaria a preoccuparsi e a deviare sempre più palloni con precipitazione in corner.
Su uno di questi Olmo si riscatta pennellando sulla testa del capitano un pallone col contagiri, inzuccata bassa e siamo in vantaggio. (Gabry marcato a vista dai nostri avversari ha trovato anche oggi il modo di timbrare il cartellino nonostante non gli sia mai stato concesso di sfoderare il suo potente sinistro. Bravo).
Non so in campo ma in tribuna iniziamo a credere all‘impresa. Baci, abbracci ed esultanza.
L‘illusione però dura poco, non passa neanche un minuto che il loro attaccante è più rapido di tutti ad avventarsi su una palla vagante al limite della nostra area e battere Andrea dal dischetto con una forte rasoterra. Subiamo il contraccolpo ed il loro n° 10 inizia a giocare alla grande. Rinculiamo un po’ troppo al limite della nostra area concedendo troppo spazio negli ultimi 20mt. Il capitano avversario ha il tempo di prendere la mira e staffilare un gran tiro e, con l‘aiuto di una folata di vento, metterla all‘incrocio dei pali. 2 a 1 e siamo sotto dopo lo splendido inizio. Qui i nostri giocatori sono davvero bravi, non abbassano le armi e continuano a giocare e a battersi. Il mister prova ad arginare il n° 10 avversario mettendogli Matteo alle costole a tutto campo in una marcatura di trapattoniana memoria. La mossa da i suoi effetti e la partita torna equilibrata.
Parata di Andrea sulla sua sinistra a sventare un tiro ravvicinato e poi è proprio Matteo ad avere un paio di volte sul piede la possibilità di calciare dal limite sul finire del tempo, purtroppo le sue doti di tiratore non valgono le sue doti di marcatore e la palla finisce in entrambi i casi alta.
Finisce il tempo, con la sensazione che con un pizzico di fortuna e di attenzione in più avremmo potuto terminare in vantaggio. Ma la prestazione a scanso di equivoci, visto la forza degli avversari è stata di assoluto livello.
Si riparte e Beyene ci prova subito da centrocampo, trovando però la pronta risposta vicino all‘incrocio del valido portiere dell‘OSPG. Dopo un paio di minuti però terminano le nostre residue speranze di vittoria, incassiamo il 3 a 1 e, a breve distanza, anche il 4 a 1 dopo una brillante azione personale del n° 10 che serve ad un proprio compagno una palla docile e facile da spingere in rete.
Manca ancora più di metà tempo e francamente penso sia l‘inizio della disfatta. Mi sbagliavo, oggi i nostri ragazzi dimostrano di aver imparato a giocare tutta la partita fino alla fine. Reagiamo con orgoglio ed impegno.
Beyene suona la carica, tacco per Filippo che gli restituisce di prima intenzione a centro area, tiro di Beyene contrastato all‘ultimo istante. Rimessa di Gabry lunga per Cristian che viene anticipato di un niente dal portiere. Botta del capitano dalla sinistra (l‘unica volta che troverà il tempo per il tiro) deviata in corner dalle terga avversarie. Insistiamo ancora finche Beyene vince a centrocampo un durissimo tackle, fugge in avanti e smarca Filippo sul settore di sinistra. Qui il nostro gioia e dolori ci dà la gioia, finta il diagonale sul secondo palo e batte il portiere di precisione sul primo.
La palla dopo aver picchiato sul palo interno sembra metterci una eternità a superare per intero la linea di porta, ma alla fine la oltrepassa. Stressante ma meritato.
Dopo il lungo sforzo per arrivare al 2 a 4 ci proviamo ancora ma con meno lucidità, probabilmente inizia a farsi sentire un po’ di stanchezza anche per la forza degli avversari che impongono uno standard di gioco fisico e mentale superiore a quello di tutte le altre partite. Nel finale soccombiamo ancora su un colpo di testa ravvicinato e ci salviamo a stento su un paio di contropiedi con lo squadra sbilanciata in avanti è il 5-2 il risultato finale.
Finisce qui la partita e con essa i nostri sogni di gloria. Ma anche questa partita pur persa è da considerarsi a mio modesto avviso tra le migliori giocate quest‘anno, ennesima dimostrazione dei progressi compiuti dalla squadra.
Adesso è il momento di raccogliere tutte le ultime forze sia fisiche che mentali per toglierci l‘ultima bella soddisfazione del campionato, battere la Nabor. Il migliore campionato mai disputato da questa squadra. (N.B. per chi non lo sapesse i 30 punti fatti sono di 4 unità superiori alla somma dei punti dei due campionati precedenti Tié !!!! ).

Un affettuoso saluto dal Vs. inviato ed un arrivederci a domenica per l‘ultima emozionante partita
Forza Sant‘Ilario!
Claudio Cecere

LA PAGELLA DI ATTILA   

ANDREA :8: molto concentrato in questa partita, sente il peso di estremo difensore della propria porta, para quasi tutto e solo un paio di volte si ha la sensazione che ci poteva arrivare. Sempre meglio.

MOA :8: gioca alla grande e solo in un paio di occasioni viene scavalcato dagli attaccanti avversari (che poi segneranno).

ALE :8: quasi insuperabile e solo su una sua disattenzione, o incomprensione sulle indicazioni del Mister, il n° 10 segna da quasi centrocampo (sebbene aiutato da una “folata di vento”). Esce stremato e senza fiato a 5 minuti dalla fine.

JACOPO :7: dopo il gol della partita col S. Adele tutti speravamo in lui, ma il Mister gli chiede una partita di contenimento perché Beye viene spostato in attacco e deve sostituirlo a centrocampo, il mister punta sulla sua classe, ma gli avversari sono troppo bravi, viene sostituito nel secondo tempo da Teo.

OLMO :8: anche lui deve fare una partita di contenimento contro i forti avversari, ma non disdegna un paio di affondi in area avversaria, uno poi clamoroso, si trova da solo davanti al portiere avversario ma purtroppo incoccia male la palla e sbaglia un gol che sembra ormai fatto, peccato, forse, se segnava, la partita avrebbe avuto un altro risultato finale.

GABRY :8 ½ : IL CAPITANOOO, segna il primo gol mettendo il panico negli avversari (che però rispondono prontamente) poi tenta più volte di segnare ma su di lui gli avversari raddoppiavano e a volte triplicavano la marcatura, di fatto impendogli di tirare col suo micidiale sinistro (che ricorda il famoso Gigi Riva) poi il mister lo mette in marcatura stretta sul n° 10 avversario .

BEYENE :8: osservato speciale da parte dell’osservatore di campo del Csi, oggi si comporta bene anzi benissimo, non protesta mai e pensa solo a giocare, corre e fa disperare la difesa avversaria che fatica non poco a contenerlo, contribuisce al gioco con assist e giocate di pregio ma gli avversari sono troppo anche per lui.

FILIPPO :7: entra nel secondo tempo, segna il secondo gol dando speranze alla squadra ma poi ne sbaglia un paio come al solito, è veramente la nostra “gioia e dolori”

MATTEO :7: “panchinaro sinistro” come ama definirsi lui, entra sempre più negli schemi del Mister, tanto che nel secondo tempo lo mette in marcatura stretta sul forte n° 10 avversario, poi lo mette in difesa al posto di Ale, in tutti e due i casi non sfigura per niente, il Mister non potrà fare a meno di lui a breve se va avanti così.

CHRISTIAN :7: il nostro folletto malefico o “panchinaro destro” viene buttato nella mischia nel secondo tempo in attacco assieme a Filippo, soffre un pò la stazza fisica degli avversari, ma crescerà e quando crescerà saranno dolori per gli avversari.

MISTER FILIPPO :9: viene chiamato a fare l’impresa e all’inizio dopo il gol del CAPITANO ci crede pure lui, ma dopo pochi minuti segna l’OSPG e ritorna con i piedi per terra, a questo punto organizza la squadra con una difesa arcigna e improvvisi contropiedi, ma non c’è niente da fare gli avversari sono di poco superiori (e + fortunati) di noi.

MANUEL :9: ormai un’istituzione degli Under 14 della S.Ilario, non potremmo fare a meno di lui.

ATTILIO :7: le tenta tutte per vincere, ma non c’è niente d fare contro l’OSPG, dovrà fare un corso di Macumba & Malocchio ?

ARBITRO :7: non sbaglia quasi nulla, imparziale, sarà per merito dell’osservatore di campo del Csi ? Mah ….