Tel. 0238003290

parroco@santilariomilano.it

LA TRACCIA – S.ILARIO 3-4

Seconda giornata del campionato primaverile, affrontiamo al centro sportivo Quintosole la favorita del girone, i gialloverdi della Traccia che vantano un secondo posto nel loro girone invernale ed una agevole vittoria nella prima giornata di questo primaverile. Noi siamo come ultimamente accade con i giocatori contati, 8 e non uno di più (meno male che il tesserino di Federico è arrivato giusto in tempo).
Ad essere sinceri con metà squadra assente e con parecchi elementi reduci da influenze, gite e bagordi vari pensiamo che una onorevole sconfitta sia il massimo che si possa ricavare da siffatta situazione.
Il pre-partita rasenta la comicità e col senno di poi sembra risultare la nostra arma vincente. Mentre i nostri avversari eseguono esercizi fisici e tecnici con grande impegno i nostri sembrano una sorta di armata Brancaleone, chi chiacchiera amabilmente, chi giochicchia con la palla, chi se la ride di gusto. I nostri avversari ogni tanto lanciano occhiate allibite, ….ma questi da dove arrivano…..?
Tutta una tattica ragazzi (forse), risparmiamo le poche energie che abbiamo e lasciamo credere ai nostri avversari di essere dimessi ed indifesi.
La tattica da il suo effetto da subito, avversari allegri e sbilanciati in attacco, noi concentrati e tatticamente accorti. Difesa a 3 rocciosa e bloccata davanti ad Andrea in versione sicurezza subito pronto a riscattare la partita precedente con due uscite tempestive. In attacco i Big Three (Il Capitano, Beyene e il nuovo arrivato Federico) a maramaldeggiare con azioni precise e ficcanti.
Neanche il tempo di prendere le posizioni e Federico scarica un destro da fuori, palo pieno con palla che ritorna al limite dell‘area. Il più pronto è il capitano che festeggia il rientro con un piattone di sinistro che toglie le ragnatele dal sette. Insistiamo e raddoppiamo. Matteo in anticipo ruba palla e innesca il contropiede toccando per Gabry libero sulla destra, il capitano in un amen cambia gioco per Federico in libera corsa sul versante opposto, destro di prima intenzione e sfera che si infila nell’angolo basso. 2 a 0 e avversari attoniti.
Andrea oggi ha deciso che si esce dalla propria linea di porta ad ogni attacco avversario e così sventa anche la prima palla gol infortunandosi alla manona sinistra.
Qualche minuto di panico ma poi si rimette il guanto e torna sicuro in porta.
Noi riprendiamo con la nostra tattica, anticipo difensivo e ripartenze in contropiede che fanno davvero male. In una di queste Gabri strozza troppo il tiro mancando il gol ma Beyene dice 3 un minuto dopo con un rasoterra di sinistro imparabile. Certe volte neanche a pensarle vengono così bene.
Manca poco alla fine del primo tempo e la partita sembra in pugno. Non è così. La traccia reagisce ed accorcia le distanze su una azione personale in cui i nostri difendono un pò leggeri. Beyene poi salva sulla riga una punizione avversaria dal limite che buca la nostra barriera. Che sia un dolce presagio…? Si va al riposo sul 3 a 1 in nostro favore.
Nel secondo tempo ci giochiamo Stefano unica carta di riserva a nostra disposizione rigiocando nel nostro schema classico 2-3-1. Finchè le energie reggono siamo ancora pericolosi prima proprio con Stefano e poi con Beyene che centra la traversa su colpo di testa. Poi con le forze ormai al lumicino retrocediamo a difesa della nostra porta subendo l’assalto avversario. Qui Andrea incomincia a parare tutto, anche i sassi, compiendo una sequenza di interventi straordinari. Purtroppo nulla può su due tiri ravvicinati che portano La Traccia sul 3 a 3. E proprio quando sembra tutto perduto i ragazzi inventano qualcosa di magico. Triangolo tipo Playstation tra Gabri e Beyene ,con sinistro al fulmicotone del Capitano che ci riporta inaspettatamente in vantaggio.
Ultimi minuti al cardiopalma, con i nostri ragazzi ormai groggy sulle gambe a difendere stoicamente la vittoria. Qui gli ultimi miracoli li fa il nostro portierone in giornata di grazia. Prima su una micidiale deviazione di testa di Matteo in disperato tentativo di respinta e poi su un tiro a colpo sicuro da non più di 10 metri che lo vede volare imperioso sull’angolo alla sua destra. A questo punto anche i nostri avversari si arrendono e l‘arbitro decreta la fine dell’incontro.
Grandi Leoni, dopo la cocente delusione di settimana scorsa (vittoria sfuggita di un niente a pochi minuti dalla fine) ecco la pronta riscossa contro i favoriti del girone. Il primo tempo è stato quasi perfetto e di grande livello, poi complice la stanchezza e la forza dei nostri avversari, abbiamo ceduto campo affidandoci ad un po’ di fortuna (dopo le ultime partite, direi che era ora) ed alle parate di un Andrea eccezionale che ha riscattato così le ultime partite dove aveva ricevuto forti critiche
(BRAVO, è proprio questo il modo migliore per rispondere alle critiche negative).

Dal Vs. affezionato inviato Claudio Cecere

P.S.Per questo campionato primaverile arbitro neutrale mandato dal CSI.
Qualche errore c’è sicuramente stato ma giocare in trasferta con un arbitro che fischia dei falli anche a nostro favore è tutta un’ altra cosa.

LA PAGELLA DI ATTILA:   

ANDREA : 10: Oggi si merita il massimo dei voti perché ha fatto la sua migliore partita da quando è con noi, ancora meglio di quella dell’invernale contro l’Aurora nella partita di ritorno vinta per 1-0 , inoltre a pochi minuti dall’inizio del primo tempo si infortuna alla mano sinistra e al pollice destro su un contrasto avversari, ma lui stoicamente ha stretto i denti e ha continuato a giocare sino alla fine della partita facendo una performance strepitosa, Attilio (l’allenatore dei portieri) ne sarebbe stato entusiasta e orgoglioso se ci fosse stato a vederlo.

ALESSANDRO : 9: THE WALL … il primo dei componenti del muro che è stato eretto a difesa di Andrea infortunato è lui, oggi assieme a Moa e Teo hanno fermato quasi tutte le furiose incursioni avversarie che, dopo il 3-0 al 10° minuto del primo tempo, sono fioccate contro THE WALL … ma non c’è stato niente da fare, si sono infrante contro il muro.

MOA : 9: THE WALL … ecco il secondo componente del muro, anche lui impenetrabile assieme ai suoi compagni di reparto, ha fatto una partita di contenimento non rinunciando a qualche sortita in avanti (la sua passione segreta).

TEO : 9: THE WALL … ed ecco il terzo componente del muro, ad un certo punto del secondo tempo, causa un lieve infortunio, viene sostituito dal Mister con Stevez, da quel momento ci segnano due gol e gli avversari raggiungono il pareggio, ma appena ha recuperato viene rimesso in campo dal Mister e da li non c’è stato più verso per gli avversari di riuscire a fare gol. Si è creato oggi THE WALL.

GABRI : 9: IL CAPITANOOOO , assente nella prima partita si ricatta segnando il primo e l’ultimo gol (quello decisivo per la vittoria), a tratti svogliato durante la partita è ancora in fase di carburazione, quelli come lui hanno bisogno di un paio di partite per cominciare a giocare, ma una volta che ha assaporato la gioia di fare gol non può più smettere, come un Leone quando assapora il sangue della “preda” (il suo cognome) .

BEYE : 9: oggi assieme ai suoi compagni ha fatto una partita intelligente, fermando le incursioni avversarie a centrocampo, attaccando quando ripartivamo e coprendo in difesa gli ultimi 10 minuti della partita quando gli avversari hanno tentato il tutto per tutto , ma lui e Gabi li hanno puniti facendo un contropiede da manuale con un paio di triangolazioni perfette che hanno permesso di segnare il gol decisivo della partita .

CHICCO : 9: Federico (per gli amici chicco) alla sua prima partita con i LEONI si dimostra all’altezza dei compagni di squadra, il mister lo mette sulla fascia sinistra di centrocampo e da quella parte non passa nessuno, anzi si propone in attacco e segna il suo primo (ma non ultimo speriamo) gol con i nuovi compagni che lo hanno accolto con gioia nella squadra la settimana scorsa quando ha deciso di iscriversi, benvenuto nei LEONI Chicco, non poteva essere più bello il tuo esordio nella squadra.

STEVEZ : 8: viene messo in campo solo per pochi minuti e ce ne dispiace molto, ma con degli avversari fisicamente esuberanti il Mister non lo ha voluto rischiare, ci saranno sicuramente delle altre partite dove potrà giocare di più e dimostrare quello che vale, bisogna dargli un merito speciale alla pazienza di stare in panchina pazientemente ad aspettare il suo turno senza protestare . Bravo.

MISTER FILIPPO : 9: con la squadra dimezzata letteralmente (8 presenti su 16) non ha molta scelta, ma riesce a mettere in campo in maniera impeccabile i ragazzi che seguono alla lettera le sue direttive svolgendo diligentemente ognuno il suo compito, è l’unico che quando Andrea si fa male è sicuro che finirà la partita, questo vuole dire che conosce i suoi ragazzi e ha fiducia in loro, e loro lo stimano .

MANUEL : 8: viene ripreso un paio di volte dall’arbitro ufficiale, per il resto impeccabile come al solito .

ATTILIO : 8: partita al cardiopalma sino all’ultimo secondo, non so se potrà arrivare a fine campionato primaverile se continua così, ma a parte tutto si prodiga per la squadra come suo dovere, non fa mancare l’acqua ai ragazzi e li incita il giusto senza esagerare (cosa rara) che stia imparando?