Tel. 0238003290

parroco@santilariomilano.it

SANT’ILARIO Vs. SAN GREGORIO

Sarà stato il clima: freddo, nuvoloso, non proprio primaverile. Sarà stato il deserto in tribuna, dove il pubblico non era certo quello delle grandi occasioni. Sarà stata l’assenza del fotografo ufficiale e di qualcuno che potesse immortalare ogni gesto, ogni prodezza e ogni esultanza dei nostri leoncini. La prestazione dei nostri under è stata opaca. Solo qualche giocata, qualche bell’azione: niente di più. Oggi chi ha potuto assistere alla partita, a ragione, non si è divertito un gran che e torna a casa annoiato, come mai era successo quest’anno.
La squadra che è scesa in campo contro il San Gregorio è una squadra confusionaria, demotivata e deconcentrata. A testimonianza di questo ci sono le rimesse da fondo campo battute con il pallone tra le mani e calci d’inizio dovuti ripetersi per incorrettezza. Piccoli grandi errori che confermano lo stato dei nostri leoncini: con così tante nuvole in cielo hanno pensato bene di farci un bel giretto con la testa. Poco male comunque. Come dico sempre, nell’arco di una stagione è normale vivere giornate come questa. La bravura sta nel far si che queste giornate non intacchino tutto il resto e questo, per adesso, è un obiettivo più che raggiunto (l’altra prestazione negativa fu quella contro l’Orpas).
Più delle altra volte oggi si sono viste due squadre della Sant’Ilario: una squadra che gioca quando ha il pallone tra i piedi e un’altra, quella che gioca quando non è in possesso di palla. Molto bene la prima, abbastanza male la seconda. Spesso durante la stagione la bravura della prima ha compensato e nascosto la scarsezza della seconda, oggi questo è accaduto di meno, proprio perchè anche quella con la palla tra i piedi è parsa disordinata. Si sono visti molti passaggi a vuoto e poco movimento. Della fase difensiva ci si è spesso dimenticati, lasciando troppe volte agli avversari l’opportunità di contropiedi leggendari poi per fortuna quasi mai concretizzatisi. Nonostante tutto si sono potute riscontrare alcune cose positive. Tommaso, oggi nostro portiere a causa dell’assenza di Alessandro, non è quasi mai stato impegnato. Il bel gol di Francesco è arrivato dopo un’azione magistrale iniziata dalla difesa e sviluppata dai centrocampisti. Daniele, nonostante qualche errore di troppo, non ha mai avuto paura di sbagliare e ciò gli ha permesso di giocare con calma e di sprecare quindi pochi palloni. Non ultimo, bene anche il risultato finale: vittoria larga e largamente meritata. Onore agli avversari che, soprattutto nel primo tempo, sono stati in grado di metterci in difficoltà.
Tristemente mi accorgo che quella di oggi è stata l’ultima partita casalinga ufficiale della stagione, che per fortuna sarà ancora lunga e sicuramente ancora piena di emozioni. Invito tutti, dirigenti, tifosi e giocatori, a continuare a seguire questa fantastica avventura.
Matteo